logo
english italiano


Otturazione

L’otturazione dentale è una comune procedura odontoiatrica indicata per restaurare i denti danneggiati dalla carie ripristinandone struttura, morfologia ed integrità estetica. L’otturazione dentale è sempre preceduta dall’eliminazione del processo cariogeno e da una accurata e definitiva disinfezione della zona. Successivamente, si procede, mediante l’uso di una sostanza detta composito, al ripristino della morfologia del dente.
Il composito è una sostanza con colore uguale a quello del dente (è disponibile infatti in varie tonalità) costituito da una struttura principale in resina (metacrilato) e da un “riempitivo” in cristalli minerali, che ha un coefficiente di durezza simile a quello dei denti.
La corretta procedura prevede l’utilizzo una diga (foglio sottile in lattice) necessario per evitare il contatto del composito con la saliva. Isolando in tal modo il dente si evita una ulteriore contaminazione batterica che porterebbe inficiare la durata dell’otturazione, inoltre si evita che il paziente ingerisca o venga a contatto con sostanze dal sapore sgradevole.